di Giobbe Covatta 


Mio caro trisavolo, ti scrivo per metterti a parte di ciò che successe negli anni in cui vivevi tu. Purtroppo per voi nel 2020 l’ignoranza venne resa obbligatoria per non far fare brutta figura agli allora governanti. Il tutto grazie al nuovo Ministro della scuola e ricerca, il quale venne fatto Ministro della ricerca perché era ricercato. Furono prese importanti decisioni:
1 Le scuole furono chiuse definitivamente e si risolsero così anche le discriminazioni tra bambini italiani ed extracomunitari. A Lodi la mensa chiuse per TUTTI (w la democrazia!).

2 Diminuì la ricerca scientifica, ma fu incrementata la ricerca nei cassonetti, facendo diventare l’Italia il Paese con più ricercatori dopo Etiopia e Sudan.

3 I Professori furono esiliati ma si crearono centinaia di nuovi posti con la qualifica di acchiappacolti. Giravano in “ronde” per le strade facendo domande fulminee per verificare l’ignoranza certa dell’inquisito. Di punto in bianco chiedevano “La capitale della Svezia?” E se rispondevi Ikea te la cavavi ma se dicevi Stoccolma finivi in gattabuia per “cultura premeditata”. “6 per 6..?”, chiunque rispondesse 36 veniva fucilato. “Cos’è la Magna Grecia?”: “Ristorante etnico” promosso, “Corrotta classe politica ateniese! È tutto un magna magna Grecia!” promosso. Ma guai a dire “colonia greca nel VIII secolo a.C.”, venivi subito etichettato come pericoloso intellettuale.

È così che siete passati da popolo di poeti e navigatori a popolo di analfabeti e… scusa, ti devo lasciare! Si sta chiudendo il portale spazio-tempo ma proverò a scriverti di nuovo.
Ciao, Tuo ProProPro nipote Anselmo.