di Anna Toro

ROMA – Danni per 67 mila euro. È la cifra record che la compagnia aerea low cost Ryanair è stata condannata a pagare a una cittadina irlandese di 80 anni, Phyllis Brady. Lo racconta The Irish Times. Tutto è cominciato nel 2015 quando la donna, che stava tornando da Malaga a Dublino, si è alzata dal suo posto dopo l’atterraggio dell’aereo, in attesa di scendere. Ad un certo punto, un passeggero apre come da prassi uno degli sportelli in alto in cui vengono stipati i bagagli a mano, quando un pesante borsone viene giù all’improvviso colpendo la donna sul viso, sul collo e sulla spalla. Brady ha raccontato al suo avvocato di aver subito avvertito un forte dolore alla spalla destra e alla tempia. Ha aggiunto di aver avuto le vertigini e di essersi dovuta fermare numerose volte mentre si recava dal medico in aeroporto.

Le ripercussioni, però, sarebbero state anche a lungo termine: Brady racconta di essere sempre stata molto attiva e che l’episodio l’avrebbe fortemente condizionata. Da allora, infatti, non è stata più in grado di svolgere le ordinarie faccende domestiche e di vita. Testimonianza che il giudice ha ammesso in toto, conferendole 35 mila euro di danni per il dolore e la sofferenza, 30 mila per danni speciali e 2.366 euro per spese. «Phyllis Brady aveva una vita straordinariamente dinamica e coltivava la sua indipendenza» ha confermato il giudice nella sentenza. Per Ryanair, che aveva ammesso subito la responsabilità, il responso è arrivato il mese scorso. L’avvocato della compagnia aerea ha chiesto al tribunale una sospensione della sentenza, ma ha dichiarato di essere disposto a patteggiare per una cifra di 35 mila euro.

Una storia che risalta per l’ammontare del rimborso e l’esito felice (per il reclamante), ma che si va ad aggiungere ai tantissimi reclami e questioni spinose che le compagnie aeree si trovano ad affrontare, soprattutto con l’alta stagione e l’aumento dei traffici, tra caos e disagi, scioperi e overbooking. Airhelp, società specializzata proprio in procedure di rimborso, nella sua classifica annuale sulle migliori compagnie aeree pone Ryanair al 68° posto, con un rating basso per la qualità del servizio offerto ai passeggeri e per la puntualità dei voli (più alto invece per la gestione dei reclami), seguita da un’altra famosa compagnia low cost, Easyjet, finita al 71° posto. Al primo posto troviamo invece la Qatar Airways, seguita da American Airlines e dalla messicana Aeromexico.